Il Mix di Soft Skill è l’insieme di competenze trasversali e abilità comportamentali necessarie al professionista per il raggiungimento di una performance lavorativa eccellente e superiore alla media.
Com’è facile intuire, la performance lavorativa è il risultato di una somma di abilità e comportamenti, complementari e trasversali alle competenze tecniche del professionista.
Nel corso della sua giornata lavorativa, il professionista ha bisogno di agire diverse soft skill a volte anche combinate tra loro, con diversi livelli di intensità e di profondità.

Il Soft Skill Mix dell’innovation MANAGER:

All’Innovation Manager e più in generale ad ogni funzione che gestisce professional e collaboratori dotati di autonomia operativa e decisionale, vengono richieste alcune soft skill specifiche abilitanti al ruolo: questa condizione è molto interessante perché, di fatto, ci dice che la carenza di alcune soft skill è equivalente alla carenza di alcune hard skill, cioè competenze senza le quali non si potrebbe svolgere un determinato ruolo.

Le soft skill prerequisito per svolgere in modo adeguato, ancor prima che eccellente, la professione di Innovation Manager sono:

Consapevolezza organizzativa: implica la perfetta conoscenza della cultura e dei valori aziendali, delle dinamiche formali e informali e dei reali processi decisionali;

Costruzione di relazioni e gestione dei rapporti: descrive l’abilità nell’instaurare e coltivare rapporti personali funzionali a sviluppare reti, collaborazioni e alleanze interne all’azienda utili al raggiungimento di obiettivi complessi e di lungo periodo;

Conoscenze tecniche specifiche: costituisce l’insieme delle competenze professionali necessarie a gestire collaboratori e professionisti che operano nello stesso ambito professionale.

IL PROFESSIONISTA CHE ECCELLE CONOSCE IL SUO SOFT SKILL MIX

La principale ragione della mancanza di impatto reale della formazione sulle singole soft skill, è proprio nella decontestualizzazione rispetto al professionista che le agirà e rispetto alle altre soft skill che supportano e completano la performance finale.
Un secondo elemento critico nello studio delle singole soft skill slegate dal contesto professionale e dal relativo soft skill mix, è lo spreco di tempo ed energie nell’imparare qualcosa che non serve perché non solo non è determinante rispetto alla performance professionale, ma che non si ha neanche occasioni significative per poterle applicare nel corso della propria esperienza lavorativa.

Ecco le 6 soft skill più ricercate online dall’innovation MANAGER:

Pensiero creativo

Pensiero strategico

Leadership

Comunicazione efficace

Gestione del rischio

Problem solving

Le soft skill cognitive di pensiero analitico e pensiero concettuale sono alla base di tecniche di elaborazione creativa e strategica, Sono competenze tecniche che per essere realmente efficaci hanno bisogno di essere supportate da specifiche soft skill. Anche. la comunicazione efficace, così come la gestione del rischio, sono tecniche che difficilmente risulteranno efficaci senza soft skill di persuasività e influenza, o senza un adeguato livello di soft skill di orientamento al risultato.
Anche il problem solving è una tecnica che per essere efficace deve essere supportata da soft skill di pensiero analitico e focalizzazione.

SE VUOI SCOPRIRE QUANTO CONOSCI IL TUO SOFT SKILL MIX, SCRIVICI.

è GRATUITO, è ANONIMO E RESTERà GRATUITO E ANONIMO PER SEMPRE.